giovedì 14 giugno 2012

M come Madrid annega (l'Italia la segue)

Avete mai visto, o meglio ancora, avete mai provato ad eseguire un salvataggio (o tentativo di salvataggio) in mare prestando aiuto ad un individuo in procinto di annegare ? Se SI' sapete di cosa sto parlando, se NO ve lo spiego subito : il soccorritore rischia seriamente di affogare .... per colpa della persona da lui soccorsa.
Chi sta annegando (di solito qualcuno che non sa nuotare) ha poco fiato, e tra una bevuta d'acqua e l'altra cerca con tutte le sue forze di tenersi a galla : sbatte le braccia in tutte le direzioni, muove le gambe in maniera   disarticolata scalciando ove capita e soprattutto cerca disperatamente un appiglio in superficie o sommerso per poter riuscire a respirare. Ed ecco che arriva il soccorritore , che pensa di poterlo sostenere facilmente per riportarlo a riva, se non fosse che avvicinandosi (in maniera sbagliata) al disperato, si ritrova colpito da calci, pugni e quant'altro, per poi essere ancora trascinato verso il basso dal disperato aggrapparsi della persona soccorsa (la quale, poverina, essendo in preda al panico non riesce più a connettere normalmente).
Il più delle volte, dopo i primi tentativi di aiuto, se il soccorritore non è un nuotatore provetto o non ha delle vere nozioni di soccorso marino, o lascia annegare la persona soccorsa per salvare la propria pelle, o viene addirittura trascinato sul fondo dalla persona soccorsa (a volte dopo essere stato tramortito dai pugni ricevuti ).
Paragoniamo ora Madrid (non me ne vogliano gli spagnoli dei quali mi ritengo profondamente amico) come la persona in procinto di annegare (nei debiti) che chiede aiuto ai suoi amici.
Chi va in suo soccorso ? l'Europa naturalmente (come è giusto che sia).
Ma qui sorge un problema (e non da poco) questa "banda di amici" è composta da nuotatori bravi, discreti  e pessimi "galleggiatori".
Ora, normalmente i nuotatori provetti (nel nostro caso Berlino) andrebbero subito in soccorso ma, a meno che non siano degli emeriti incompetenti, direbbero ai loro compagni meno bravi di restare a riva per non essere di peso (se non addirittura diventare un'aggiunta di rischio) durante il salvataggio.
L'Europa no. Per lei questa legge non vale. O tutti o nessuno; se poi , una volta che non si tocca più il fondo i pessimi galleggiatori chiederanno a loro volta aiuto poco importa........
Per cui prepariamoci , Roma è in queste condizioni ... di semi-galleggiamento.
Dovendo inviare una ventina di miliardi di Euro, si creeranno debiti ai debiti già esistenti ed allora sarà il nostro turno di gridare aiuto.
A quel punto chi accorrerà ?
Altri provetti nuotatori (questa volta al di fuori della nostra cerchia di "amici" europei, in quanto, questi, già impegnati a salvare la Spagna) come il FMI o la Cina, o altri ? ........ oppure NESSUNO ?.
E in questo caso cosa succederà (domanda retorica) ?
Semplice : Adieu France, Aufwiedersehen Deutchland, Goodbye Europa, ovvero : "tutti per uno (prima) ..... ognun pensi per sè"(dopo).
Ah dimenticavo : ciao €uro.